5 consigli per gestire la tua reputazione online

reputazione online

Come nella vita reale, anche sul web è importante curarsi della propria reputazione online. In questo articolo ti spieghiamo cos’è e come gestirla al meglio.

Sicuramente avrai già sentito parlare di reputazione on line o web reputation. Si tratta di una tendenza sempre più diffusa che riguarda tutti: persone comuni o celebrità, associazioni o aziende.

Ogni americano sicuramente ricorderà i mesi delle elezioni presidenziali vinte, poi, da Obama. Ebbene, la sua arma segreta per vincere le elezioni presidenziali fu proprio il presidio totale del web. Infatti, un intero team dedicato aveva il compito di monitorare costantemente social media, forum e blog per rilevare ogni tipo di criticità legate alla sua propaganda elettorale in tempo reale e, eventualmente, dare dei suggerimenti per migliorare la comunicazione.

Ma cos’è la reputazione online?

La web reputation personale non è altro che l’immagine e l’insieme delle informazioni che sono presenti online che riguardano una persona o un’azienda.

Di seguito 5 consigli per gestire al meglio la tua reputazione web, monitorarla e utilizzarla per creare una presenza sul web funzionale ai tuoi scopi professionali.

1) Analisi web reputation attuale

Prima cosa importante da fare è un check up sulla tua attuale presenza online. Quindi, innanzitutto ha senso cercare il proprio nome o il nome della propria azienda sui principali motori di ricerca (Google, Bing, ecc) e osservare quali informazioni o immagini risultano. Inoltre, per monitorare anche la propria social reputation è importante fare mente locale su tutti i social network utilizzati in passato e capire quali ha senso tenere attivi, quali chiudere e quali preferire per contenuti professionali.

2) Scelta di una strategia

Il tuo nome e cognome è il tuo brand. E’ molto importante che questo sia unico e permetta alle persone di trovarti e identificarti. Per prima cosa abbi cura di non avere degli omonimi in rete e se ci sono, assicurati di differenziarti (potrebbe bastare aggiungere una competenza particolare o una tua caratteristica al tuo nome).

Fai una lista degli argomenti di cui vorresti parlare o per i quali vuoi farti conoscere. Dopo di che, identifica quali canali sono più idonei a veicolare i tuoi contenuti: blog, sito web, LinkedIn, Twitter, Facebook, Instagram, Pinterest, ecc. 

3) Privacy

Le informazioni che fornisci attraverso il web possono e devono essere protette da usi impropri. Assicurati di impostare correttamente i filtri di privacy e che siano visibili solo le informazioni che desideri rendere pubbliche. 

4) Scelta del web reputation tool

Monitorare la tua presenza online è importantissimo fin dai primi step. Esistono diversi strumenti per misurare la tua reputazione online, tra cui: 

  • Google Alert: permette di ricevere notifiche legate alle keyword che scegli di monitorare (nome e cognome, settore, competenze, ecc.)
  • Kred: sito web gratuito sul quale è possibile controllare il tuo “indice di reputazione digitale”, una metrica estrapolata da diverse informazioni legate ai tuoi account social e ad alcune keyword specifiche.
  • SSI: ossia il Social Selling Index di Linkedin serve a monitorare il tuo livello di influenza sul Social Business Network e scovare i tuoi punti di forza e debolezza online.

5) Sperimenta!

Infine, non aver paura di sbagliare: inizia ad utilizzare gli strumenti e mettiti alla prova. Magari, sarà proprio quell’articolo del blog che non pensavi di poter scrivere a darti le prime piccole soddisfazioni!

Alma è un’agenzia specializzata in strategie di Web Reputation

In Alma ci occupiamo di strategia digitale e web marketing.

Uno dei nostri servizi principali consiste nella definizione di strategie di web reputation supportate dall’utilizzo di strumenti digitali.

Contattaci per parlarci del tuo progetto!